Identità

In questa pagina scoprite l’identità di Piani Projects.

L’ESPERIENZA: “Connecting the dots … Persone, Pianeta, Prosperità, Pace e Partnership” 

https://secureservercdn.net/160.153.138.219/0c9.a4d.myftpupload.com/wp-content/uploads/2017/09/ElenaPianiProfilo.jpg

Mi chiamo Elena Piani e sono una professionista con 20 anni di esperienza in comunicazione, marketing e risorse umane. Ho lavorato in società di consulenza per la direzione aziendale (EOS e KPMG); presso diverse multinazionali (come General Electric, Merck Serono, SkyCity, British Airways); ed istituzioni politiche e diplomatiche (Agenzia della Sanità Pubblica Regione Lazio e Ambasciata d’Israele presso l’Italia, Malta e le Agenzie delle Nazioni Unite a Roma per il Cibo e l’Agricoltura). Dal 2015, svolgo progetti di consulenza e formazione per la comunicazione interna e sviluppo organizzativo sostenibile.

Un’ultimo progetto di cui mi sono occupata e davvero interessante è stata la collaborazione con il REMARC UniPi per la predisposizione del percorso di formazione della Strategia regionale (Regione Toscana) di sviluppo sostenibile nell’ambito del Goal 12 (Garantire Modelli Sostenibili di Produzione e di Consumo), ovvero “l’analisi di avanzamento dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite nella Regione Toscana e l’analisi di casi di studio in distretti industriali toscani” – focus sull’economia circolare nei distretti toscani del conciario, del tessile, del cartario e del lapideo. Nell’anno 2019 mi sono dedicata in particolar modo alla realizzazione di un roadshow formativo in diverse città italiane di Diversity & Inclusion per Findomestic Spa, specifico sul tema della disabilità invisibile e anche di un laboratorio sulla Voce e Identità. Nel 2017 ho lavorato al Progetto Engage per la Cooperativa Sociale G.Di Vittorio Onlus rivisitando l’identità organizzativa e migliorando i processi e cultura di una comunicazione interna efficiente ed efficace. Collaboro con diverse realtà del territorio toscano, con progetti ad impatto locale, nazionale ed internazionale. Con alcuni colleghi neozelandesi, dal 2018 offriamo dei workshop per teambuilding usando la Haka Maori (Kapa Haka Italia), abbiamo lavorato con aziende come Nexi e ILSA, valorizzando la diversità multiculturale e la sostenibilità ambientale.

Svolgo attività di docenza o percorsi corsi legati alla comunicazione nel luogo di lavoro, comunicazione organizzativa, organizzazione aziendale e gestione risorse umane, made in e l’evento nel marketing, Stakeholder Engagement, e Global Integrated Marketing Communications Campaign Development. Ho lavorato presso enti formativi come l’Università European School of Economics, l’Istituto Lorenzo de’Medici ed agenzie formative come CISV (ONG 2.0), Scuola COSPE, Pegaso Network Legacoop, IAL Toscana, Confindustria Toscana Servizi, Master Sole24Ore in Cooperazione Internazionale, ONG e Terzo Settore, e continuo a lavorare per la Fondazione ITS MITA Made in Italy Tuscany Academy dove oltre che attività di docenza, svolgo attività di mentoring e coaching per le tesine e presentazione di fine corso. Nel 2018 mi sono certificata con la Regione Toscana come Valutatore e Certificatore delle Competenze (“Tecnico delle attività di valutazione dei progetti e degli apprendimenti in contesti formali, di valutazione e certificazione delle competenze e di valutazione dei risultati” – RRFP RT n°761).

Tra il 2018 e il 2019 ho collaborato con Feelcrowd, consulenti in crowdfunding e strategie digitali per il sociale, affiancandoli nella formazione alle no profit per il fundraising da Eventi e pubbliche relazioni. Poche sono ancora le no profit che investono in un fundraising strutturato, e che si dotano di un piano strategico ed operativo. Insieme a Feelcrowd abbiamo aiutato associazioni come ATT, Voa Voa, Il Girasole, Handy Superabile, Limo, CRI Grosseto, Ragazzi Speciali, Quarto Spazio, The Ploggers, Osservatorio del Chianti (OPC) e altri.

Altre collaborazioni sono per diffondere la cultura alla sostenibilità tramite il Salone della CSR e IS nel 2017 in collaborazione con Koinètica e Università degli Studi di Firenze; la Settimana di Lavoro Agile 2017 e 2018 per promuovere lo spazio Co-Working come terzo luogo di lavoro dello Smart Working; e la Tavola Rotonda su Moda e Diritti Umani del 2015 organizzata con la Fondazione Kennedy; la partecipazione annuale al Forum Annuale del UN Global Compact sugli SDGs, e attività pro-bono sia per enti no profit, fondazioni e eventi di educazione alla sostenibilità come COMINCIAMO con Ecor NaturaSì, Peoplerise, U.lab Hubs Italy, Presencing Institute del MIT Boston. Nel 2018 ho avuto l’opportunità  di formare una studentessa del programma ERASMUS+ (Sarah Michalski) che porterà con sè consapevolezza del progetto imprenditoriale (tramite Business Model Canvas e progetto Start-Up del MIP), conoscenza della CSR e l’esperienza del co-working come leva di sviluppo economico ed anche per il miglioramento del benessere individuale e collettivo.

Sono partecipante ai Tavoli Tecnici di Economia Circolare della Camera di Commercio Firenze; e frequentato il Percorso dell’Accademia del Cittadino – Cittadini per la Salute, organizzato da Gestione Rischio Clinico Regione Toscana con la partecipazione di Cittadinanza Attiva e altre associazioni socio-sanitarie per promuovere la partecipazione pubblica. Sono collaboratrice di REMARC Centro Ricerche per il Management Responsabile, Università di Pisa. Sono stata speaker per seminari e convegni presso l’Università di Pisa, l’Università di Firenze, e il Comune di Firenze. Partecipo annualmente offrendo dei workshop all’Experiential Training Barcamp, una non conferenza volta a sviluppare intelligenza emotiva nelle organizzazioni e offrire/scoprire nuovi strumenti per attivare processi di change management.

Ho un background multiculturale e multidisciplinare. Ho conseguito un Baccalauréat in Scienze Economiche e Sociali presso il Lycée Français Chauteaubriand de Rome nel 1996; un BA (Hons) in International Business Management conseguito presso Brighton University (Regno Unito) nel 2000, specializzandomi nella Gestione delle Risorse Umane Internazionali (equipollente alla Laurea Italiana in Economia e Management in Università di Tor Vergata nel 2008), e due diplomi professionali legati al mondo no profit:  Operatore Qualificato della Cooperazione allo Sviluppo (2014-2015) e Diploma di Esperto in Gestione e Comunicazione Enti No Profit (2016) presso la Scuola COSPE ONG.

Credo nella formazione continua, ho ottenuto ulteriori certificazioni o attestati di partecipazione utili all’approfondimento delle materie HR, Comunicazione e Marketing. Alcune delle certificazioni conseguite negli anni sono il Certificato ASVIS MIUR per “L’Agenda 2030 e gli obiettivi di sviluppo sostenibile” (2020), la Certificazione di Coaching by Values, MiniMBA da SmartSimms; Diploma di Esperto di Certificazione e Valutazione degli Apprendimenti e Competenze Regione Toscana (Link); Certificazione U.LAB 1x M.I.T. Presencing Institute e Presencing Foundation Programme di Otto Scharmer; Certificazione MultiMedia Marketing Strategist della Camera di Commercio Firenze; e alcuni attestati per Corso Avanzato in Social Media Strategist; Corso sulla Cooperazione Internazionale; Corso in Consulenza di Fundraising; Corso LEAN START-UP, giornate formative al Barcamp Formazione esperienziale; attestato di frequenza al Corso sulla Responsabilità Sociale d’impresa presso la SEC (Scuola di Economia Civile) di S.Zamagni e L.Bruni.

Sono fluente in 4 lingue: Italiano, Inglese, Francese, Tedesco e un po’ di Ebraico.

Nel tempo libero amo pedalare e camminare nel verde, stare con la mia famiglia, i miei bambini, gli amici e conoscere posti diversi. Amo le tradizioni, la cultura e le storie delle persone. Quando ho potuto…ero brevettata come pilota parapendista, sub e velista.

Sono di padre italiano e di madre neozelandese. Ho trascorso i primi 17 anni della mia vita pendolare Italia-Nuova Zelanda, per poi vivere anche in Inghilterra, Germania ed Israele, e altri traslochi in 3 città italiane. Ho avuto la fortuna di visitare luoghi di 26 paesi del mondo.

Vorrei poter garantire alle generazioni future di sapere vivere semplicemente, di sapere riconoscere che l’uomo è un essere vivente della terra, e che le risorse naturali e relazionali sono un bene prezioso. Mi impegno a trasmettere “Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile.” (San Francesco d’Assisi) e che “Mercati e denaro devono tornare ad essere i servi e non i padroni della nostra visione e dei nostri valori.” (Jakob von Uexkull). Mi identifico con l’azione di “Thinking Globally, Acting Locally” (Frank Feather).

IL PURPOSE

VISION: Rendere la sostenibilità una responsabilità individuale ancora prima che d’impresa.

MISSION: Facilitare lo sviluppo dell’imprenditorialità, formare all’ascolto, presenza e resilienza, migliorare le conoscenze e le capacità di comunicazione e marketing, ed affiancare le organizzazioni complesse nel miglioramento dell’efficienza ed efficacia, del benessere organizzativo e nella relazione con il territorio attraverso didattica, formazione esperienziale, e consulenza per ottimizzare gli investimenti in comunicazione interna ed esterna.

VALORI: Integrità, Competenza, Comunità, Creatività, Sostenibilità.

  • Integrità – capacità di agire in conformità al proprio credo 
  • Competenza – essere bravi in quello che si fa, capaci, efficienti, osservare
  • Comunità: vivere a stretto contatto con gli altri e condividere
  • Creatività: trovare nuovi modi di compiere le stesse cose, innovare
  • Sostenibilità – conciliare le istanze economiche, sociali ed ambientali

LA STORIA

Già nel 1997, durante il percorso universitario in International Business, inizio a immaginare come poter contribuire all’economia. Immaginavo un’attività lavorativa capace di offrire attraverso la formazione e la consulenza strategica, una serie di strumenti per migliorare l’efficienza ed efficacia del management delle organizzazioni, che permettano la sostenibilità sociale, ambientale e di governance.

In seguito alla mia esperienza presso il gruppo General Electric, la leader delle «learning organizations» che leggevo sui libri di management, mi rendo conto che fare impresa è un’opportunità sociale oltre che economica e ambientale. Dopo 18 anni di esperienza professionale in diversi settori, culture e discipline, nel Dicembre 2015, decido di mettermi in proprio.

Ai fini di approfondire le organizzazioni no profit, studio per ottenere la qualifica di esperto in direzione e comunicazione degli organismi no-profit. La volontà è di diventare ponte di dialogo tra mondo profit e no profit, portare i valori delle organizzazioni di utilità sociale nel mondo del profit, e le competenze del mondo profit, nel no profit. Da qui il focus sulla CSR (corporate social responsibility) o RSI ( responsabilità sociale d’impresa  d’individuo).

Offro formazione didattica ed esperienziale, capace di generare competenza e consapevolezza delle opportunità e sfide che abbiamo davanti e che dobbiamo cooperare. Lavorare con responsabilità, comunicazione e visione, sono ingredienti necessari per garantire uno sviluppo sostenibile. Garantire la sostenibilità, vuol dire farne un interesse personale e professionale, uno stile di vita necessario per vivere bene oggi e domani. Trascorriamo in media circa il 70% della nostra vita al lavoro, direi che è importante lavorare e vivere bene in questo tempo di vita proprio per garantirci un tempo libero dove possiamo relazionarci, camminare senza smog, e tanto altro a seconda dei nostri stili di vita.

Ai fini innovativi e sostenibili ho scelto di svolgere la sua attività professionale in uno spazio di Co-working con altri 30 professionisti creativi e amministrativi sempre pronti a collaborare su nuovi progetti avanguardie della tecnologia e sviluppo sociale.

IL LOGO 

Piani Projects – Piani e Progetti di Responsabilità Sociale d’Impresa e d’Individuo, attraverso formazione capace di generare benessere organizzativo e valore nel territorio.

Piani Projects nasce per essere ponte di dialogo tra mondo profit e no profit, e realizzare progetti di valore per “Our Common Future”.

Il logo, sono due P rovesciate ed esprimono l’adesione ai principi di economia circolare, apprendere ad osservare con occhiali diversi e la presenza di Ying e Yang nel nostro essere.

La tagline, “connecting the dots”, i 3 punti che collego sono le persone, al pianeta e all’intento profondo di generare valore condiviso per la nostra società e generazioni future. Sono advocate per l’obiettivo n.17 dell’agenda UN2030, le mie aree d’intervento sono prevalentemente un contributo per raggiungere gli SDGs 3, 4, 5, 8, 11, 12, 13.