Tag Archives: toscana

  • 0

Kick off del Percorso MITA S.T.A.R. – Tecnico di sviluppo di strategie marketing e commerciali per il prodotto moda tessile ACRONIMO S.T.A.R. for FASHION– Sales Textile Advanced Revolution for FASHION

Tags : 

A me l’onore e la responsabilità di aprire con motivazione e qualità, l’anno accademico per gli studenti MITA STAR che formerà i giovani di età 18-28 in Tecnici di sviluppo di strategie marketing e commerciali per il prodotto moda tessile ACRONIMO S.T.A.R. for FASHION– Sales Textile Advanced Revolution for FASHION.

Nel percorso MITA S.T.A.R. (http://mitacademy.it/index.php/star-for-fashion/) gli studenti avranno occasione di formarsi su tantissime materie, tra cui con me in Inglese Tecnico per la Moda, useremo diversi strumenti per approfondire la materia non solo il vocabolario e la grammatica, ma avremo l’opportunità di intervistare in Inglese alcuni personaggi della moda Italiana, e di imparare a descrivere pubblicità, lavorando anche sul tema della negoziazione e conflitti multiculturali.

Trenta i giovani quest’anno, e gli ITS sono un’ottima scelta per coloro che non vogliono solo conoscere, ma imparare a saper fare. Il MITA è capace di formare i giovani in professionisti dell’alta moda italiana, e le medie di occupazione post diploma sono del 98%, in quanto rispondono ai bisogni delle imprese del territorio. Una scelta vincente per il nostro Made in Italy.

Un grazie profondo alla Direttrice Antonella Vitiello e a tutto il suo staff per impegnarsi quotidianamente nella selezione, organizzazione e posizionamento dei numerosi corsisti MITA. La la formazione online è una sfida aggiuntiva, ma sta anche aiutando i nostri giovani a formarsi sulle nuove tecnologie. Speriamo presto di tornare in modalità formative in presenza. Teniamo duro!

 

 


  • 0

Le Opportunità dell’Economia Circolare – Percorso Formativo per Federmanager Toscana

Tags : 

Immagine che contiene interni, tavolo, inpiedi, uomo Descrizione generata automaticamente

Ho iniziato oggi la facilitazione di un percorso formativo sulle opportunità dell’economia circolare su richiesta di Federmanager Toscana, che vede come protagonisti 20 dirigenti iscritti all’associazione.

I moduli coprono i principi base e modelli di business dell’economia circolare, quali sono alcune buone pratiche nei distretti industriali del nostro territorio toscano, e quali sono i nuovi stakeholder; e in penultimo quali sono le competenze tecniche e trasversali necessarie per portare il cambiamento di paradigma nelle nostre aziende.

Il quarto incontro verrà svolto con modalità innovative per facilitare un piano d’azione individuale e organizzativo, cogliendo la spinta della pandemia verso un nuovo equilibrio sociale, mitigazione della crisi climatica e di una governance etica e in parte anche finanziata dal Green Deal.


  • 0

Workshop Sostenibilità in Risonanza: le bellezze delle connessioni

Tags : 

 

Immagine che contiene erba, esterni, persona, uomo

Descrizione generata automaticamente Immagine che contiene erba, esterni, campo, figlio

Descrizione generata automaticamente Immagine che contiene erba, esterni, sedendo, palla

Descrizione generata automaticamente

Nel contesto del festival dello sviluppo sostenibile 2020, assieme a tre colleghi multidisciplinari, Sabato 3 Ottobre dalle 16:00 alle 18:30, abbiamo ospitato un workshop dedicato alla sperimentazione delle connessioni tra uomo e natura. Il laboratorio si è svolto nel più ampio rispetto delle diversità culturali, religiose e funzioni fisiche e intellettive, rispettoso delle normative per prevenire il contagio Sars-Cov2. Il laboratorio si è aperto con della musica di campane tibetane, e un’introduzione agli obiettivi di sviluppo sostenibile ai quali siamo tutti chiamati a partecipare. Successivamente il Maestro Steineriano, nonché istruttore ISEF, Daniele Federici, ha offerto delle pratiche di ginnastica di Bothmer, create da Bothmer nel 1922, dove abbiamo usato il nostro corpo per entrare in simbiosi con le attività della semina e della restituzione alla terra, abbiamo sentito e mosso il nostro corpo per diventare alberi con delle folte chiome, il tutto accompagnato da una grande respirazione e movimenti verso l’alto e il basso, verso sinistra e verso destra, esplorando lo spazio che ci circonda e sentendo il nostro corpo come parte dell’ecosistema. Conclusa questa attività motoria, la collega indiana e artista visiva Melanie Sangwine, ha guidato una passeggiata nel Parco, dove siamo stati invitati a raccogliere da terra (intenzionalmente senza staccare nulla dagli alberi) qualsiasi oggetto naturalistico, pigne, sassi, fiorellini, bacche, serpenti e lumache prive di vita, cortecce di albero, ramoscelli, il tutto è stato fondamentale per poter omaggiare un albero di noce con un mandala, simbolo di infinito e di bellezza della vita, per benedire e omaggiare la terra con la nostra presenza. In chiusura abbiamo potuto riflettere sull’esperienza. A conclusione dell’esperienza il laboratorio doveva ospitare un concerto di campane di cristallo, offerto da una collega operatore olistico e counsellor, Francesca Taddei, ma che non abbiamo potuto offrire date le condizioni atmosferiche. Il laboratorio ha visto la partecipazione di otto persone a causa della pioggia. A testimonianza dell’esperienza la scuola locale, ha espresso il desidero di creare un percorso formativo rivolto agli studenti dell’infanzia e primaria, così da promuovere un’educazione ambientale, fisica e civica diversa e inclusiva, compatibile con le norme vigenti.

 


  • 0

Report Regione Toscana SDG 12: Produzione e Consumo Responsabile

Tags : 

Ho concluso in questi giorni la mia collaborazione al Report per la Regione Toscana, assegnato al REMARC (Responsible Management Research Center dell’ Università di Pisa, diretto dalla Prof.ssa Elisa Giuliani) per la  Predisposizione del percorso di formazione della Strategia regionale di sviluppo sostenibile nell’ambito del Goal 12 (Garantire Modelli Sostenibili di Produzione e di Consumo), dove in particolare mi sono occupata dell ‘“analisi di avanzamento dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite nella Regione Toscana e l’analisi di casi studio in distretti industriali toscani”.

Nella prima parte del report la collega Dott.ssa Federica Nieri ha elaborato gli indicatori, nel secondo parte a me affidata ho raccolto le buone pratiche di produzione responsabile in termini quindi di economia circolare, dove grazie ad oltre 22 interviste abbiamo potuto rendicontare le buone pratiche già attive di diversi stakeholders dei distretti tessile, conciario e cartario, ed anche del lapideo, e comprendere anche la complessità normativa dietro la gestione ambientale dei processi produttivi in termini di Sottoprodotti e Materie Prime Seconde. Nella parte conclusiva, la Prof.ssa Elisa Giuliani ha fornito delle raccomandazioni specifiche su come poter articolare una transizione economica toscana più consapevole e responsabile.

La ricerca ha visto protagoniste anche le Università di Firenze con la Strategia regionale di sviluppo sostenibile nell’ambito del Goal 11 (Città e comunità sostenibili), e l’Università di Siena sul Goal 2 (Sconfiggere la fame) ed in relazione con il settore agroalimentare, anche alla luce degli aspetti collegati al Goal 13 (Cambiamenti climatici).

 


  • 0

Laboratorio Identità, valori e fundraising per il crowdfunding

Tags : 

Firenze, 23 Febbraio 2019 – In collaborazione con Feelcrowd, Piani Projects entra in aula per una formazione legata all’identità delle 13 associazioni e la coerenza con i 13 progetti presentati per il bando Social Crowdfunders 3 della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Oltre che una parte più esperienziale, abbiamo inserito nel programma una parte più teorica dei concetti e strumenti alla base del fundraising, e lavorato con una simulazione per migliorare le tecniche di presentazione per presentare i loro progetti alla comunità.


  • 0

HA-KA Workshop

Tags : 

Nello splendore delle Dolomiti a Folgaria, insieme ai colleghi Sammanawa e Deacon Pereto, abbiamo tenuto, grazie a Maatmox, un workshop formativo di leadership, teamwork, resilienza, purpose, per un’azienda del settore agricolo. Il workshop è stato davvero speciale e ringraziamo la leadership di ILSA per aver preso il coraggio di conoscere culture lontane e dotate di una spiritualità diversa. Siamo qui grazie ai nostri antenati, e le forze della natura, vanno sempre ascoltate per essere migliori ogni giorno. Clicca qui per vedere i video: https://youtu.be/l5trHpiS0Kw

https://youtu.be/rUSu5vHNwaE


  • 0

Essere Ambasciatrice della Terapia Ricreativa

Tags : 

Onorata di poter essere Ambasciatrice del Dynamo Camp e avere l’occasione di non solo contribuire alla terapia ricreativa per i bambini e le loro famiglie, ma anche l’occasione di poter coinvolgere e contagiare aziende e persone nella visione di un mondo possibile di allegria, assieme all’aiuto di tanti volontari, è veramente possibile l’impossibile!

QUI FIRENZE: UNA CENA SPECIALE

Oltre 120 ospiti, menu da mille e una notte, e il festeggiamento, insieme, dello speciale momento del Natale: sono gli ingredienti della serata di raccolta fondi organizzata dalla nostra Ambasciatrice Elena Piani, che si è tenuta, nella sua terza edizione, a Firenze il 15 dicembre. Grazie a Elena e, insieme a lei, a Maria Carmela Modica e ai volontari del gruppo di Firenze, e all’equipe in cucina guidata dallo chef Giuseppe de Sensi: tutti hanno unito tempo, competenze ed energie per far conoscere Dynamo Camp nell’ambito di una serata di condivisione e allegria.

L’abilità di Elena è stata, anche, ottenere l’adesione di attori che sono stati a tutti gli effetti partner dell’evento, donando il proprio supporto, in particolare Villa Bracci Centro Anziani Q2, che ha offerto la disponibilità della sala, Ruffino, che ha donato il vino, Mukki, che ha donato il latte, Forno Cerealem per il pane, La Bottega del Mensola per la mortadella, VIP Onlus per lo spettacolo di clownerie.

Fondamentale anche il supporto di aziende che hanno scelto di organizzare la propria cena di Natale partecipando a questa, unendo al proprio festeggiamento il supporto a un progetto sociale.

“Grazie a tutti i partecipanti alla cena. Dynamo Camp è un posto magico e sono felice di aiutare come ambasciatrice un progetto, che conosco dai suoi albori, che risponde a un bisogno reale, quello di bambini con gravi malattie, sottoposti a terapie pesanti, di riappropriarsi della propria infanzia e di riacquisire fiducia in se stessi” ha raccontato Elena al TGR Toscana, che l’ha intervistata sull’iniziativa.

“Per Dynamo sono anche volontaria.” ci ha raccontato Elena. “Sapere che il nostro sostegno di Ambasciatori e Volontari Dynamo permette a mamme e papà di riacquistare dei momenti di felicità, anche soltanto nello stare cinque minuti sdraiati nell’erba senza pensieri o nel condividere per la prima volta dopo tanto tempo momenti in due, mi rende orgogliosa”

La raccolta fondi di questa serata ha centrato una grande obiettivo: consentirà a un bambino di godere di una settimana di vacanza di Terapia Ricreativa al Camp.